BASTA CON LA PLASTICA E INGREDIENTI NOCIVI VAI CON I DETERSIVI FAI DA TE

10.10.2018 08:00

 

Purtroppo, nel mercato contano di più le percezioni che la realtà. Perché è nell’ambito delle percezioni che si costruiscono brand, posizionamenti, motivazioni all’acquisto ed al consumo. Ma se il concetto di percezione è qualcosa di sfocato, soggettivo ed arbitrario, succede un corto circuito tra bisogni e desideri. Si sa – ma forse lo si dimentica troppo spesso – che il marketing lavora sui desideri e non crea bisogni. Lo si dimentica perché nella consumer economy succedono cose strambe e giocano molto sul packaging spesso di colore verde o sabbia, con disegni che ricordano la natura, la freschezza facendoci pensare quanto potrà essere naturale e biologico quel detersivo, ma purtroppo non è così.  Il marketing ci prende in giro ogni giorno e noi ci cadiamo come pere marce dall'albero. Ultima e secondo me la più ridicola, aver inventato un detersivo che toglie le macchie che non si vedono, ha fatto parlare la grande casa dei detersivi wisk americana che sotto forma di documentario induce a farti sentire sporca anche quando hai lavato regolarmente i tuoi panni www.youtube.com/watch?v=0rjlpPdgOV4

Veramente ridicolo!

Oggi mi rivolgo, prevalentemente, al mondo dei detersivi nei quali il consumo della plastica sta superando ogni confine. Per non parlare degli ingredienti riconosciuti come tossici, anche molto pericolosi, con effetti collaterali che possono portare sul lungo periodo a sviluppare cancro, cecità, asma e altre condizioni mediche piuttosto critiche. E spesso si nascondono sotto nomi come "fragranze" ed "aromi".

Vi rimando al seguente link per saperne di più sugli ingredienti, troverete una lista di 10 detersivi tossici, comunemente usati come ad es, i profumatori o Ajax www.tuttogreen.it/guida-ai-detersivi-piu-tossici/

Si entra in questi supermercati del sapone e se ne rimane scioccati da quanta plastica occorre per contenere un po' di liquidi che utilizziamo per il corpo e per la casa. E' ora di finirla.

Inoltre la maggior parte dei detersivi tradizionali che si trovano in commercio, sono composti da tensioattivi, sostanze chimiche derivate dal petrolio che sono tossiche per l’ambiente e per la salute dell’uomo.

Per questo vi racconto come faccio i detersivi "Home made", testati anni fa e provati con entusiasmo nella mia casa. Pochissimi sono gli ingredienti importanti da usare. Occorrono dei contenitori che ricicleremo dai nostri vecchi detersivi ed alcuni ingredienti di base: 

  1. ACIDO CITRICO € 4.50 ( 500gr) da Brico man

  2. OLI ESSENZIALI ( dipenda dall'essenza lavanda € 9.00)

  3. ALCOOL € 2.30 ca. per 1.5 lt

  4. SAPONE PER PIATTI La ricarica si trova da diversi prezzi a seconda della marca io prendo winnis a € 1.99 al lt

  5. BICARBONATO DI SODIO da € 1.50 da 1000 gr

  6. PERCARBONATO DI SODIO da € 5.80 ogni 500 gr

e MAI più acquisti nei supermercati.  

  

AMMORBIDENTE: 200 gr di acido citrico, 2 LT di acqua , 10 gocce di olio essenziale a piacere ( io uso la lavanda o l'arancio dolce ) E' veramente ottimo, ho fatto due lavaggi, uno con ammorbidente normale e poi ho lavato asciugamani e canovacci con il mio ammorbidente fai da te, e credetemi che sono rimasta veramente contenta. Ho asciugamani morbidi e profumati di lavanda MAI PIU' AMMORBIDENTE CHIMICO

SGRASSATORE E DISINFETTANTE ( per sanitari, lavelli, forno) 420 ml di acqua depurata o distillata, 10 ml detersivo per piatti ( io ho la ricarica ) 50 gr di acido citrico ed olio essenziale tea tree oil ed arancio dolce. Lascia i sanitari brillanti e puliti. MAI PIU' SGRASSATORI E DISINFETTANTI

PER PIASTRELLE, FUOCHI, DA UTILIZZARE COME IL FAMOSO CIF: Unire il bicarbonato con del sapone per i piatti e ne otterete una crema identica a quella che acquistate nei negozi di saponi.

Procedimento: Nella ciotola mettiamo 3 cucchiai colmi di bicarbonato, anche se la quantità può essere a piacere a seconda di quanto prodotto ci serve. Aggiungiamo poco per volta il detersivo per piatti ed iniziamo a mescolare. La consistenza dovrà essere cremosa, esattamente come il Cif che acquistiamo. Non troppo liquida e nemmeno troppo asciutta, altrimenti sarà difficile da utilizzare.

Una volta raggiunta la giusta densità, aggiungiamo l'olio essenziale di limone. Quest'ultimo può essere anche un tipo non per uso alimentare (costa molto meno), serve principalmente per la sua azione disinfettante e profumante.
Per usare questa crema basterà prenderne una piccola quantità con la spugna e spalmarla sulle superfici lavabili (lavelli in acciaio, ceramiche, piastrelle e sanitari). Il bicarbonato insieme al detersivo agiranno come disincrostanti, l'olio di limone aggiungerà un'azione sgrassante e lascerà un gradevole profumo. Conservate la crema pulente in un luogo asciutto, chiusa nella sua ciotolina resisterà anche per due settimane.

PER PAVIMENTI: 4 cucchiai di alcool etilico, qualche goccia di detersivo per piatti, 5 cucchiaini di aceto bianco ( se non ti piace l'odore dell'aceto puoi mettere l'acido citrico 2 cucchiaini) ed olio essenziale a scelta per la profumazione. Scegliere il tea tree oil per disinfettare es in presenza di animali in casa. Assolutamente soddisfatta. Molto più semplice è usare il Percarbonato di sodio, va sciolto un cucchiaio ogni litro di acqua ed il lava pavimenti e fatto  MAI PIU' DETERSIVO PER PAVIMENTI

PER VETRI: a parte che basterebbero acqua e fogli di giornale, ma per le più esigenti 100 ml di alcool, 400 ml di acqua distillata o depurata, 10/15 gocce di detersivo per piatti e 10 gocce di olio essenziale a scelta. Provare per credere, vi consiglio anche la versione con sola acqua e fogli di giornale perchè lascerà i vostri vetri pulissimi ed asciutti

DETERSIVI PER I PANNI: Ottimo il sapone ALGA fatto con olio di cocco e glicerina, io l'ho acquisto al supermercato e lo reputo veramente eccezionale, solitamente lo struscio sulle macchie prima di inserire il panni in lavatrice, oppure lo uso per lavare mutandine e calzini ed i panni del mio bambino dato che  le proprietà emollienti dell’olio di cocco conferiscono una spiccata azione protettiva per le pelli delicate e sensibili, quindi molto indicato per il lavaggio degli indumenti anche dei neonati.

ALGA è un sapone completamente biodegradabile i suoi ingredienti sono:
- olio di cocco neutralizzato
- acqua demineralizzata
- glicerina
- aromi naturali

Costo del sapone da € 0.99 dai cinesi a circa € 1.20 nei negozi come Tigotà, Acqua e sapone ecc 

Ma per chi volesse sperimentare ed avere un detersivo liquido ecco la ricetta: 4 lt di acqua, 4 cucchiai colmi di bicarbonato di sodio,  1  panetto di sapone di Marsiglia o Alga

Il procedimento è molto semplice: mettete a bollire l'acqua, una volta calda sciogliete il sapone di marsiglia poco alla volta facendolo a scaglie ( io uso la grattugia ). Una volta sciolto tutto versate il bicarbonato di sodio facendo molta attenzione a non metterlo quando è ancora troppo calda l'acqua sennò farà molta schiuma. Quindi attendete che sia tiepida. Lasciate riposare il tutto per una notte. Alla mattina frullate con un frullatore ad immersione. Potete aggiungere olio essenziale per la profumazione. Il detersivo per la lavatrice è pronto e basterà un tappo per 5/6 kg di panni. 

PULIRE LA LETTIERA DEL GATTO: mischiate al bicarbonato di sodio un po' di gocce di olio essenziale della profumazione che desiderate e cospargete il tutto nella lettiera; vedrete che profumo!

Voglio spendere del tempo a parlarvi del Percarbonato di Sodio perchè è veramente eccezionale, lo usa da anni e non se ne può più fare a meno.

 

Completamente dal sito www.verobio.it "È un composto eccellente per sbiancare gli abitirimuovere macchie dai tessutipulire le fughe delle piastrelle, lavare i pavimenti oltre al fatto che igienizza.

Inoltre è ecologico perchè non contiene né cloro né fosfato: il percarbonato di sodio non contiene enzimi, tensioattivi o sbiancanti ottici, fosforo o allergeni e si decompone in sostanze già presenti in natura, senza inquinare.

 

1. Sbianca i tessuti

Il percarbonato di sodio è uno sbiancante ecologico che si utilizza soprattutto per smacchiare la biancheria a mano e in lavatrice.  

A contatto con l’acqua, il percarbonato si decompone in acqua ossigenata, un candeggiante naturale grazie all’azione dell’ossigeno liberato, e del carbonato di sodio; quest’ultimo addolcisce l’acqua e aumenta così l’efficacia del detergente. In questo modo, inoltre, impedisce agli indumenti di diventare grigi a causa della presenza di calcare.

Qui trovate le istruzioni per utilizzarlo al meglio:

* Se ho intenzione di fare un lavaggio sbiancante a fondo, uso la scritta sopra, ma in questo caso aggiungo un cucchiaio di percarbonato e lavo a 60 ° C, la temperatura alla quale questo composto diventa maggiormente efficace. Ho fatto la prova a 60 gradi con o senza percarbonato e la differenza è abissale.

* In caso di un normale lavaggio, faccio esattamente lo stesso, ma uso solo un cucchiaio di percarbonato di sodio e posiziono la temperatura della lavatrice a 40ºC.

In caso di lavaggi con colori misti, colorati e bianchi insieme ad esempio, funziona ugualmente e non ho notato che gli abiti scuri perdano la loro brillantezza. Va detto che l’acqua nella mia zona contiene un sacco di calcare.

 

2. Rimuove le macchie

Strettamente legato al punto precedente, il percarbonato sembra uno degli smacchiatori in polvere in commercio chiamati “Smacchiatore all’Ossigeno Attivo” (non voglio fare nomi ma capirete voi stessi a cosa faccio riferimento osservandolo). Il motivo è semplice: la gran parte del loro potere candeggiante di questi prodotti è dovuto proprio al percarbonato di sodio.

Vediamo come procedere con le macchie ostinate:

  • Per macchie di caffè, vino, frutta, sudore, ecc… provare a fare una pasta con percarbonato e acqua calda e lasciare agire sulla macchia in questione per qualche minuto. È anche possibile lasciare l’indumento in ammollo per un paio d’ore. Poi strofinare e lavare.

  • Per macchie di sangue, procedere esattamente nel caso precedente, ma serve acqua fredda (se usate acqua calda il colore si fissa e diventa più difficile asportarlo).

  • Per i vestitini dei bambini o pannolini lavabili dei neonati, si può procedere all’ammollo con un cucchiaio di percarbonato. Dopo due ore di ammollo per i capi bianchi e un’ora per quelli colorati, si procede con il lavaggio a mano o in lavatrice.

Se volete evitare di mettere i capi in ammollo, potete pretrattare le macchie difficili versando un po’ di polvere di percarbonato direttamente sulla macchia, inumidire con acqua tiepida e lasciar agire dai cinque ai dieci minuti prima del ciclo di lavaggio. 

 

3. Igienizza i tessuti

Per igienizzare la biancheria basta inserire un cucchiaio di percarbonato di sodio direttamente nel cestello della lavatrice e procedere con il normale ciclo di lavaggio a una temperatura pari o superiore ai 30°C. 

Risulta delicato sui capi colorati, in merito ai quali svolge appunto un’azione igienizzante. Il percarbonato di sodio può essere utilizzato sia su capi bianchi che colorati, su biancheria in cotone o altre fibre ad esclusione di lana, lino, pelle o seta.

 

4. Pulisce piatti e stoviglie

Il percarbonato di sodio igienizza e addolcisce l’acqua dura, migliorando la qualità del lavaggio. Aggiunto al detersivo per i piatti ne potenzia quindi il potere lavante e igienizza le stoviglie. Per lavare i piatti a mano basta aggiungere un cucchiaio di percarbonato per ogni litro di acqua del lavaggio; in lavastoviglie si aggiunge un cucchiaino insieme al detersivo. 

 

5. Pulisce la casa

Grazie alle sue proprietà disinfettanti, antimicotiche e antibatteriche, può essere utilizzato per la pulizia delle superfici lavabili della casa: sanitari, piastrelle, fornelli e pavimenti.

  • Per la pulizia di sanitari e piastrelle, sciogliere due cucchiaini di percarbonato di sodio in mezzo litro d’acqua, mescolare e travasare in uno spruzzino. Spruzzare poi il liquido sulle superfici da lavare e da passare con un panno asciutto.

  • Sciogliere un cucchiaio di Percarbonato di sodio per ogni litro di acqua da usare per lavare i pavimenti. 

Dove si acquista?

Il percarbonato di sodio può essere acquistato online o nei negozi di prodotti biologici che comprendano un settore dedicato alla pulizia della casa, oltre che in alcuni supermercati o ferramenta"

 

Ringrazio per la collaborazione  i seguenti link: www.ninjamarketing.it, www.hellogreen.it, www.verobiologico.it, www.algasaponecologico.eu,www.tiburno.tv