TRE RIMEDI SEMPLICI E PARTICOLARI L'ORTICA, LA RAGNATELA, LA CELIDONIA

 

Ciao ragazze, oggi nell'ora del pranzo mi sono messa a leggere un vecchio libro di fitoterapia di Jean Valnet " Fitoterapia cura delle malattie con le piante " e ho trovato queste tre chicche veramente semplici da attuare:

La prima con L'ORTICA, pianta conosciutissima da tutte noi, perché cresce ovunque ma soprattutto perché, chi non se è punto con l'ortica almeno una volta nella vita???
A quel tempo l'ortica era considerata un ottimo rimedio per le distorsioni, gli strappi muscolari, l’artrosi cervicale. 
Ma come andrebbe usata??? E qui arriva il bello?! 
Si raccoglie, intorno a mezzogiorno quando è ben asciutta dalla rugiada ( con i guanti ), quella con il gambo lungo e formiamo un mazzetto, proprio come

faremmo con un mazzo di rose. Una volta pronto il mazzetto va sbattuta sulla parte dolorante finché le foglie perdono la loro efficacia, va ripetuto per più giorni. E' doloroso e immagino che molte di voi ora penserete che non è possibile, invece è vero ed è anche molto efficace. La mia insegnante di erboristeria faceva trattamenti massaggiando direttamente con le piante.
Mia madre ha usato l'ortica diverse volte su una mano dove ha l'artrosi. La mano diventava bella rossa, si scaldava e poi manteneva questo calore per un po' dandole una sensazione di beneficio. Dopo qualche volta si è accorta che il dito pollice che prima usava male ora stava meglio ritornando a farne uso meglio di prima.
E' sicuramente doloroso ma molto efficace.

Il secondo rimedio, per me il più strano, è l'uso della RAGNATELA sulle ferite. Incredibile, eppure ha effetti cicatrizzanti. CI sono testimonianze di molti contadini che lavorando nei campi e nei fienili e ferendosi con facilità, cercavano le ragnatele e le applicavano sulle ferite per rimarginarle. Inoltre si dice che uno dei fili natura più resistenti al mondo sia proprio il filo della ragnatela. L'unico dubbio che mi è venuto è: ma la ragnatela non è sempre piena di polvere??? Bisognerà usare quelle esterne!!!
Domani tutte in cerca di ragnatele!!!! 

Infine una chicca per curare quei brutti pori o verruche che si formano per cause virali. Per questo ci occorre un gambo di un fiore: LA CELIDONIA 
E' quella pianta che cresce ovunque, vicino ai muri con quei piccoli fiorellini gialli ( vi metto una foto ). Ma cosa bisogna fare???
Si spezza lo stelo del fiore e vediamo che esce un lattice arancione che va applicato sui porri, e noterete che dopo dopo diversi trattamenti spariscono.

Ecco tre piccoli rimedi semplici e particolari per curare dolori, ferite e verruche!